La riscoperta della musica antica italiana

La riscoperta della musica antica italiana   Duomo di Avellino 24 ottobre 2019 ore 19,30 Nell’ambito del Convegno internazionale di studi “La storiografia musicale meridionale nei secoli XVIII-XX” In collaborazione con la Fondazione Franco Michele Napolitano.   La musica antica italiana, che aveva primeggiato in tutto il mondo nel Seicento…

Continue reading

Passio Christi 2019

Sacra Rappresentazione di Giacomo Vitale per soprano, mezzosoprano, contralto, baritono, quartetto di legni, fisarmonica, organo, tamburi a cornice, percussioni, orchestra d’archi, live elettronics Direttore Giuseppe Camerlingo Musiche di Salvatore Coto, Giuseppe Devastato, Giuseppe De Lorenzo, Francesco Ivan Ciampa, Antonio Gomena, Isabella Ma ei, Gian lippo De Mattia, Francesco Maria De…

Continue reading

Bach, Vivaldi, Paisiello, Telemann – Cesena

4 giugno 2014 ore 17 – Cesena Biblioteca Malatestiana Sala Lignea Antonio Vivaldi (1678-1741) Concerto in la minore per due violini, archi e continuo RV 522 Allegro – Larghetto spiritoso – Allegro Giovanni Paisiello (1740-1816) Dallo Stabat Mater del Pergolese Quae moerebat per contralto, clarinetto concertante, archi e continuo Georg…

Continue reading

Recensione Concerto Accademia Chigiana

SIENA – Salone dell’Accademia Chigiana (10.02.2006) La ottantatreesima stagione musicale dell’Accademia Musicale Chigiana ha presentato a Siena, a metà del suo folto cartellone invernale, uno stimolante appuntamento con la formazione strumentale Cosarara, nata nell’ambito dell’omonimo centro indipendente di ricerca e promozione musicale, che ha la sua sede a Cremona. Cosarara…

Continue reading

Stabat Mater del Pergolese secondo Paisiello

Dischi classica di Sandro Cappelletto É “cosarara” lo Stabat Mater ….. E a Napoli ci porta una pubblicazione della Agorà: l’ensemble Cosarara, diretto da Giuseppe Camerlingo, propone la prima registrazione della trascrizione dello “Stabat Mater” di Pergolesi scritta nel 1810 a Giovanni Paisiello per un’esecuzione nel Duomo di Napoli. Il cavalier…

Continue reading

Note sull’esecuzione dello Stabat Pergolesi-Paisiello

Note di Giuseppe Camerlingo Credo che l’interesse principale di questa partitura consista nell’aspetto diacronico: l’arco di civiltà musicale (e in particolare di civiltà napoletana) sotteso dall’intervallo di 75 anni trascorsi fra la composizione dello Stabat pergolesiano (1735) e la sua trascrizione da parte di Paisiello (1810). Giova ricordare che solo…

Continue reading